UNA GITA FUORI PORTA

Abbiamo deciso di fare una gita fuori Madrid e siamo andati ad Alcalà de Henares con il treno locale “Cercanias”. Il viaggio è di circa 40 minuti e la distanza da Madrid è di 30 km approssimativamente.

Una volta scesi alla stazione di Alcalà ci siamo diretti al centro antico e siamo arrivati alla piazza Cervantes. Una piazza grande con i mercatini di Natale, giostre e uno spettacolo di grandi “marionette” che raffiguravano i re magi d’oriente.

La piazza è molto antica, con i portici da un lato e una chiesa principale in fondo.

Sopra il campanile della chiesa e sopra altre strutture c’erano molti nidi con le cicogne. 

La storia di Alcalá de Henares risale all’epoca pre-romana, sulle fertili rive del fiume Henares.

Nata come città romana, l’antica Complutum si è poi trasformata in una diocesi visigota e, in seguito, in città medievale nonché una delle più importanti città universitarie dell’Umanesimo e del Rinascimento europeo.

Durante il XVI e XVII secolo l’Università di Alcalá de Henares divenne uno dei principali centri umanistici del continente,

avendo come principali studenti i più importanti studiosi del secolo d’oro spagnolo. Inoltre, divenne la sede dei principali ordini religiosi dell’epoca. 

Durante quei secoli cammineranno per le sue strade, fonderanno conventi e monasteri, studieranno e insegneranno nelle loro aule i futuri grandi scrittori, poeti, drammaturghi, santi, vescovi e fondatori di grandi ordini, grandi politici, dottori: come Francisco de Quevedo, Lope de Vega, Santo Tomás de Villanueva, San Ignacio de Loyola, Santa Teresa di Ávila e molti altri.

Abbiamo proseguito la nostra passeggiata sulla calle Mayor, che è la strada principale nel centro della città e vanta, insieme alla sua età (risalente al XII secolo), il titolo di essere la strada con portici lungo il suo percorso più lungo in Spagna e secondo in Europa (dopo il portico di S. Luca di Bologna).

Lungo il suo percorso siamo arrivati davanti la casa natale di Miguel de Cervantes Saavedra autore di “L’ingegnoso Hidalgo Don Chisciotte della Mancia”, nato nel 1547.

La casa museo si può visitare gratuitamente e siamo entrati dopo una breve attesa.

La porta d’accesso dà sul patio quadrato, dal quale si accede a diverse stanze al pianterreno e a una scala che porta al piano superiore.

E’ stata un visita interessante anche perché abbiamo potuto ascoltare le interessanti spiegazioni di una guida che raccontava come era la vita ai tempi del giovane Cervantes.

Alcalá è anche il luogo di nascita di altri personaggi famosi come Caterina di Aragona, figlia di Isabella la Cattolica, che divenne regina d’Inghilterra e fu sposa di Enrico VIII.

Ancora, nacquero in questa città il principe Don Fernando, figlio dei re Giovanna I e Filippo I “El Hermoso” (il bello) di Castiglia, che in seguito sarà imperatore d’Austria. 

Nel 1998 Alcalá è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO riconoscendola come prima città universitaria del mondo.

0
Leave a Comment